Google-Office-Local

La Rivoluzione Local Di Google. Come Competere Online a Livello Locale

L’ecosistema Google è sempre in evoluzione, ma negli ultimi due anni al centro delle attività del gigante di Mountain View c’è sempre più il mondo local: innovazioni e nuove feature vengono presentate settimanalmente se non quotidianamente.

Di fronte alla crescita del traffico local, Google non si è limitato a rilasciare un nuovo algoritmo per rendere più pertinenti i risultati di ricerca rispetto alle query con intenzioni locali, ma ha dato avvio ad un ampio rinnovamento dell’intero sistema.

L’inizio della Rivoluzione Local: la nascita di Google My Business

Il primo tassello di questa “rivoluzione local” è stata la creazione di Google My Business con l’obiettivo di rendere più efficace la gestione dei diversi strumenti di marketing locale, riunendoli in un’unica interfaccia. Google My Business è costantemente arricchito con nuovi elementi, gli ultimi sono stati rilasciati pochi giorni fa e sono:

Dalla sua nascita Google My Business non solo sta assumendo sempre più l’aspetto di un minisito ma con una corretta ottimizzazione delle informazioni può permettere di raggiungere posizioni nei risultati di ricerca difficilmente raggiungibili con il classico sito web.

Business View: un viaggio virtuale all’interno dei locali

Un altro potente strumento messo a disposizione da Google per le attività locali, ma ancora poco utilizzato in Italia, è Business View, un tour a 360° dell’attività commerciale accessibile da Ricerca Google, Google Maps, Google+ o incorporato al sito. Quanti di noi in epoca pre-TripAdvisor trovandosi non nella propria città all’ora di pranzo hanno preferito un locale ad un altro in base alle impressioni tratte dall’ambiente interno? Ecco Business View offre l’opportunità di vivere l’atmosfera del locale attraverso una visita virtuale. Importanti casi di successo hanno avuto luogo nel settore della ristorazione e degli arredamenti per la casa.

Pubblicità sempre più mirata per il Mobile e il Local

Nelle ultime settimane ci sono state poi importanti novità anche lato advertising, per la piattaforma pubblicitaria di Google, AdWords:

Per quanto riguarda la pubblicità online è sempre emerso il problema di come tracciare le conversioni avvenute offline. Oggi la possibilità di conteggiare una telefonata come conversione attraverso numeri di inoltro non risolve completamente il problema, ma sicuramente permette di fare qualche passo in avanti rispetto a questa criticità. Facciamo l’esempio di un ristorante o di una pizzeria, quando un utente dovrebbe avviare la telefonata dall’annuncio pubblicitario? Molto probabilmente avverrà per prenotare un tavolo o chiedere informazioni su orari o come raggiungere il locale. Oggi avere la possibilità di registrare questa azione come conversione permette di valutare con più esattezza l’efficacia di una campagna online.

Quale futuro per il Local?

Ma l’attività di Google non si ferma qui ed ha in cantiere progetti molto più a lungo raggio pensiamo a Google Fiber per le piccole aziende, cioè offrire una connessione ad alta velocità fino a 1 gigabit (1.000 Mbps) di upload e velocità di download disponibile per adesso solo in alcune zone degli USA.

L’altro progetto interessante è Google Express, la consegna in giornata di un’ampia tipologia di prodotti, (dal food all’abbigliamento) acquistati da negozi locali. Per ora attivo in alcune grandi città negli USA (ad es. San Francisco, Chicago, Boston, Washington, Los Angeles) ha coinvolto importanti brand come The North Face, Whole Food o Barnes & Noble.

 

Abbiamo fatto solo alcuni esempi delle opportunità e del ruolo di Google nell’economia a livello locale, quello che emerge è che sarà sempre più difficile per le attività commerciali locali competere senza utilizzare gli strumenti e le opportunità messe a disposizione dal gigante di Mountain View.

Alessandro Mollicone

Leave a Reply